by TGCOM24

S. Pellegrino Sapori Ticino 2017: è iniziato il conto alla rovescia

S. Pellegrino Sapori Ticino, uno dei più importanti appuntamenti di alta enogastronomia a livello internazionale, torna il 3 aprile con la sua XI edizione: si tratta di 26 serate e 11 cene di gala per festeggiare gli undici anni della manifestazione.

    Quest’anno saranno tutti italiani gli chef protagonisti: la novità del 2017 è infatti la partnership con “Le Soste”, l’associazione italiana che raduna i nomi di spicco della gastronomia italiana sotto il segno della passione per l’eccellenza. L’obiettivo, come da dieci anni a questa parte ormai, è regalare emozioni di altissimo livello all’insegna del gusto. E anche la location è rimasta invariata: da Lugano ad Ascona, passando per Mendrisio, tutti i più prestigiosi luoghi del Canton Ticino sono pronti ad ospitare gli eventi del ricco calendario in programma.

    “Sono certo che gli chef de “Le Soste” confermeranno la comune visione di una cucina sempre più etica ma anche la spiccata voglia di sperimentare e la scelta di materie prime d’eccellenza che sono da sempre i marchi di fabbrica della manifestazione stessa.” Ha affermato l’ideatore di S. Pellegrino Sapori Ticino, Dany Stauffacher. “I partecipanti alle nostre cene avranno quindi la possibilità unica di vivere un’esperienza di gusto all’insegna del bon vivre”.

    S. Pellegrino Sapori Ticino prende il via il 3 aprile e prosegue fino al 18 giugno, in un viaggio gastronomico, all’insegna dell’eccellenza culinaria e della perfetta accoglienza, alla scoperta delle location più splendide del Canton Ticino. Manca quindi meno di un mese al primo appuntamento: si inizia a Zurigo, presso The Dodler Grand. Si prosegue poi, il 5 aprile, al Bellevue Palace di Berna e cinque giorni dopo gli occhi saranno puntati su Le Richemond di Ginevra.

    Per la vera e propria serata di gala inaugurale, però, bisogna aspettare il 23 aprile quando Domenico Ruberto ospiterà presso l’Hotel Splendide Royal di Lugano Philippe Bourrel di Le Richemond, Pierre Crepaud di Le Crans Hotel e Patrick Mahler del Park Hotel Vitznau: lusso ed eccellenza gastronomica sono le parole d’ordine. Il giorno seguente, invece, il 24 aprile, inizieranno gli appuntamenti con gli chef dell’associazione italiana Le Soste. Ad aprire le danze ci pensa lo chef del ristorante Uliassi di Senigallia, Mauro Uliassi, che verrà accolto da Claudio Bollini presso il Seven Lugano The Restaurant, per una serata in cui i sapori del mare incontrano i colori della terra.


    Ogni settimana si alterneranno nomi di spicco del mondo della ristorazione italiana, tutti saranno ospiti di grandi chef del Canton Ticino per incredibili cene stellate a più mani. Sandro e Maurizio Serva visiteranno Frank Oerthle; Martin Dalsass e Giancarlo Morelli, Nicola Costantini; da Dario Ranza andrà invece Claudio Sadler; da Mauro Grandi Davide Scabin e da Mattias Roock Lionello Cera; Giancarlo Perbellini, invece, varcherà la soglia della cucina di Egidio Iadonisi; Moreno Cedroni quella di Andrea Bertarini; mentre Luca Bassan ospiterà Nicola Portinari e Salvatore Frequente Pino Cuttaia. 

    Non mancano inoltre due appuntamenti speciali dedicati alle donne. Il primo sarà il 9 maggio presso il Ristorante Metamorphosis di Lugano, dove la chef Patrizia Di Benedetto del Bye Bye Blues di Palermo, delizierà i palati di un pubblico interamente al femminile. Quasi un mese dopo, poi, il 6 giugno, sarà Ana Roš, la cuoca slovena del Ristorante Hiša Franko nominata di recente migliore Chef donna al mondo per il 2017 dalla classifica The World's 50 Best Restaurants di S. Pellegrino, la protagonista della serata delle donne sempre al Ristorante Metamorphosis di Lugano. 

    Il 3 maggio si darà invece spazio ai giovani, con Young Chefs Night, l’appuntamento al Seven Lugano The Restaurant a tavola con alcuni dei migliori talenti culinari del futuro, fra cui, per esempio Anne-Sophie Taurines, Alessandro Rapisarda, Matthias Walter. 

    Per la prima volta quest’anno la serata finale della splendida kermesse (prevista per l’11 giugno) andrà in scena al Casinò di Campione d’Italia – si può iniziare a invidiare chi assaggerà le prelibatezze stellate.

    Di Indira Fassioni per nerospinto.it