by TGCOM24

Zucchine a scapece

Zucchine a scapece
  • Difficoltà: facile
  • Cottura: 5'
  • Preparazione: 30'

Ingredienti:

  • * 6 persone *
  • 800 g di zucchine
  • un mazzetto di menta
  • 200 ml di aceto di vino rosso
  • 100 ml di acqua
  • uno spicchio di aglio
  • qualche grano di pepe bianco
  • olio per friggere q.b.
  • sale q.b.

Le zucchine a scapece sono un contorno di origine campana molto apprezzato in tutta Italia. La preparazione (e anche il nome) riprende la escabeche spagnola, una tecnica di conservazione che consiste nella frittura di verdure e nella loro successiva marinatura nell’aceto. Potete utilizzare il procedimento che vi ho illustrato qui di seguito anche per preparare le melanzane o le alici!

Procedimento

Mondate le zucchine, lavatele e tagliate a rondelle non troppo sottili. Disponetele su un piano di legno e distribuitevi sopra il sale. Lasciatele riposare per un paio d’ore, poi sciacquatele velocemente e asciugatele. Fate scaldare abbondante olio in una padella e friggetevi poche zucchine per volta fino a quando non saranno leggermente dorate. Scolatele su carta assorbente.

Fig. 1

Fate bollire l’aceto e lo spicchio d’aglio a fette nell’acqua per 7-8 minuti. Lasciate intiepidire e nel frattempo disponete le zucchine a strati in una terrina di vetro, insaporendo ogni strato con qualche fogliolina di menta e qualche grano di pepe.

Fig. 2

Terminate le foglie di menta e le fettine di aglio, dopodiché versate l’aceto nella terrina. Condite con 2 o 3 cucchiai dell’olio di frittura.

Fig. 3

Sigillate la terrina con la pellicola trasparente e fate insaporire le zucchine a scapece per almeno 24 ore.

Di Eleonora Tiso
Pubblicata il 16/08/2016

TAG RICETTA:

Lo sapevate che...

Se non amate i sapori troppo forti potete diminuire la quantità di aceto prevista nelle zucchine a scapece e sostituirla con l’acqua.

Ricette correlate

Commenti

Nessun commento

Invia il tuo commento

Per poter inserire un commento/articolo
o segnalare alla redazione un abuso
devi essere registrato

Esegui il LOGIN o, se non l'hai ancora fatto, REGISTRATI