by TGCOM24

Rotolo freddo di tacchino

Rotolo freddo di tacchinoPlay
  • Difficoltà: media
  • Cottura: 1h
  • Preparazione: 1h

Ingredienti:

  • * 4 persone *
  • 700 g di fesa di tacchino
  • 250 g di provola
  • 6 carciofi trifolati
  • 200 ml di vino bianco
  • 250 ml di brodo vegetale
  • 2 spicchi di aglio
  • olio di oliva q.b.
  • sale q.b.

Il rotolo freddo di tacchino è un secondo piatto facile e scenografico realizzato con la fesa di tacchino farcita con carciofi e provola, poi arrotolata e accompagnata dal pesto di rucola. Il rotolo di tacchino preparato in questo modo si può gustare freddo o a temperatura ambiente e, di conseguenza, si può preparare in anticipo! Io l'ho accompagnato con il pesto di rucola ma andranno benissimo anche altri tipi di salse, a base di verdure o maionese.

Procedimento

Stendete la fesa di tacchino (se è troppo spessa battetela con il batticarne) e farcitela con uno strato di provola a fettine, uno di carciofi trifolati (scottati in acqua bollente e poi cotti in padella con aglio, olio e prezzemolo). Concludete con un secondo strato di provola lasciando qualche cm di vuoto sul lato verso il quale dovrete arrotolare. Cominciate ad avvolgere la carne su se stessa per formare il rotolo.

Fig. 1

Sigillate bene le estremità e legate l'arrosto con lo spago da cucina. Salatelo. Soffriggete l'aglio in un filo d'olio per qualche istante, adagiatevi il rotolo di tacchino e fatelo rosolare bene su tutti i lati. Sfumate quindi con il vino bianco e quando sarà evaporato trasferite la carne in una teglia da forno. Bagnate il rotolo con il brodo vegetale caldo e cuocetelo a 190 gradi per circa 45 minuti.

Fig. 2

Sfornate il rotolo, lasciatelo raffreddare e tagliatelo in fette spesse almeno un cm. Accompagnate con il pesto di rucola (potete prepararlo come descritto qui).

Di Eleonora Tiso aka Paciulina
Pubblicata il 20/06/2014

TAG RICETTA:

Ricette correlate

Commenti

Nessun commento

Invia il tuo commento

Per poter inserire un commento/articolo
o segnalare alla redazione un abuso
devi essere registrato

Esegui il LOGIN o, se non l'hai ancora fatto, REGISTRATI