by TGCOM24

Linguine con alici e pomodori secchi

Linguine con alici e pomodori secchi
  • Difficoltà: facile
  • Cottura: 15'
  • Preparazione: 30'

Ingredienti:

  • * 4 persone *
  • 400 g di linguine o spaghetti
  • 250 g di alici fresche
  • 60 g di pomodori secchi
  • 40 g di mandorle
  • 40 g di uvetta
  • uno spicchio di aglio
  • 100 ml di olio di oliva
  • un ciuffo di prezzemolo fresco
  • sale q.b.

Le linguine con alici e pomodori secchi sono un primo piatto veloce e gustoso realizzato con alici fresche, uvetta, pomodori secchi e mandorle. Adoro i primi piatti con le alici fresche, sono così buone, nutrienti, economiche e veloci! Più di così… :) Questa ricetta ha ovviamente un impronta siciliana visto l’abbinamento della frutta secca al pesce, una sorta di pasta con le sarde molto meno aromatica!

Procedimento

Lessate le liguine in abbondante acqua bollente salata. Pulite le alici eliminando la testa e la lisca centrale. Sciacquatele velocemente e tamponatele con carta assorbente. Soffriggete l’aglio nell’olio e dopo qualche istante unite le alici.

Fig. 1

Mescolate delicatamente e dopo un paio di minuti unite anche i pomodori secchi, le mandorle e l’uvetta. Regolate di sale se necessario. Fate cuocere il tutto per pochissimi minuti, aggiungete il prezzemolo tritato e togliete dal fuoco.

Fig. 2

Scolate la pasta al dente e conditela con il condimento preparato. Servite immediatamente.

Di Eleonora Tiso aka Paciulina
Pubblicata il 25/09/2013

Lo sapevate che...

Le alici o acciughe appartengono alla famiglia del pesce azzurro e, in quanto tali, sono ricche di proprietà nutritive per l’organismo. Sono leggere e gustose, fra i pesci più economici soprattutto quando è stagione. Io adoro consumare le alici facendole marinate in aceto e vino bianco o farcite, impanate e fritte! Sono senza pretese eh? :) Voi come le cucinate? Intanto, eccovi un altro primo con le alici da leccarsi i baffi!

Ricette correlate

Commenti

Nessun commento

Invia il tuo commento

Per poter inserire un commento/articolo
o segnalare alla redazione un abuso
devi essere registrato

Esegui il LOGIN o, se non l'hai ancora fatto, REGISTRATI