by TGCOM24

Gnocchi di ricotta ai carciofi

Gnocchi di ricotta ai carciofiPlay
  • Difficoltà: media
  • Cottura: 45'
  • Preparazione: 30'

Ingredienti:

  • * 4 persone *
  • Per gli gnocchi:
  • 500 g di ricotta asciutta
  • 60 g di parmigiano grattugiato
  • 160 g di farina tipo 00
  • sale e pepe q.b.
  • Per il condimento:
  • 7 carciofi con i gambi
  • un litro di brodo vegetale
  • uno spicchio di aglio
  • 70 g di speck a striscioline
  • sale q.b.

Gli gnocchi di ricotta ai carciofi sono un primo piatto gustoso ed elegante realizzato con gnocchetti di ricotta e parmigiano conditi con una salsa delicata ai carciofi. La parte croccante e più consistente di questo piatto è costituita da una sorta di "ragù" di carciofi e speck saltati in padella, un tocco immancabile!

Procedimento

Impastate la farina con la ricotta e il parmigiano. Regolate di sale e pepe e trasferite il composto su un piano infarinato per ottenere un panetto liscio, morbido e omogeneo. Tagliatelo in pezzi, da essi ricavate dei salsicciotti spessi circa un cm e mezzo e tagliate gli gnocchetti. Disponeteli su un vassoio ben infarinato.

Fig. 1

Pulite i carciofi eliminando le foglie più esterne, le punte e la parte dura del gambo. Tagliateli a metà, poi in fettine. Tenetene due da parte, cuocete il resto nel brodo bollente per 30 minuti o fino a quando non saranno teneri. Regolate di sale. Soffriggete l'aglio nell'olio, saltatevi i carciofi rimasti e quando saranno ben rosolati unite anche lo speck per farlo diventare croccante.

Fig. 2

Frullate i carciofi cotti con il frullatore a immersione, filtrateli per ottenere una salsa omogenea che sarà la base del piatto. Lessate gli gnocchi di ricotta, scolateli e adagiateli sulla crema di carciofi, quindi completate con i carciofi e lo speck croccanti.

Fig. 3

Servite gli gnocchi di ricotta ai carciofi immediatamente.

Di Eleonora Tiso
Pubblicata il 05/02/2016

TAG RICETTA:

Ricette correlate

Commenti

Nessun commento

Invia il tuo commento

Per poter inserire un commento/articolo
o segnalare alla redazione un abuso
devi essere registrato

Esegui il LOGIN o, se non l'hai ancora fatto, REGISTRATI