by TGCOM24

Fettuccine alla papalina

Fettuccine alla papalina
  • Difficoltà: media
  • Cottura: 30'
  • Preparazione: 15'

Ingredienti:

  • * 4 persone *
  • 250 g di fettuccine all'uovo secche (400 g se fresche)
  • 35 g di burro
  • una cipolla
  • 200 g di piselli surgelati
  • 100 g di prosciutto crudo a cubetti
  • sale e pepe q.b.
  • 2 uova medie
  • 80 g di parmigiano grattugiato

Le fettuccine alla papalina sono un primo piatto tipico della tradizione gastronomica del Lazio realizzato con fettuccine all'uovo condite con piselli, prosciutto crudo e uova. Si tratta di un piatto gustoso e sostanzioso, preparato come una sorta di carbonara visto che le fettuccine vengono condite con uova sbattute e formaggio a crudo. Questo consente di creare una salsina che amalgama i sapori in modo perfetto! Le fettuccine alla papalina si preparano tradizionalmente con pasta fatta in casa ma, se preferite, potete utilizzare le fettuccine secche o quelle fresche.

Procedimento

Soffriggete dolcemente la cipolla tritata finemente nel burro. Quando si sarà imbiondita, aggiungete i piselli e proseguite la cottura per un quarto d'ora circa a fiamma bassa e con il coperchio (se necessario aggiungete qualche cucchiaio di acqua calda.)

Fig. 1

Aggiungete quindi il prosciutto crudo tagliato a dadini e proseguite la cottura per 10 minuti (regolate di sale e pepe a piacere). Nel frattempo, cuocete le fettuccine in abbondante acqua bollente salata. In una terrina sbattete le uova con il parmigiano grattugiato.

Fig. 2

Mescolate bene con una frusta. Scolate le fettuccine, versatele nella terrina insieme a qualche cucchiaio di acqua di cottura e ai piselli.

Fig. 3

Mescolate velocemente e servite le fettuccine alla papalina immediatamente, altrimenti l'uovo rischia di rapprendersi troppo.

Di Eleonora Tiso
Pubblicata il 23/03/2015

TAG RICETTA:

Lo sapevate che...

Se volete preparare le fettuccine in casa, potete farlo utilizzando 300 g di farina, 3 uova medie e un pizzico di sale.

Ricette correlate

Commenti

Nessun commento

Invia il tuo commento

Per poter inserire un commento/articolo
o segnalare alla redazione un abuso
devi essere registrato

Esegui il LOGIN o, se non l'hai ancora fatto, REGISTRATI