by TGCOM24

Castagnole

Castagnole
  • Difficoltà: media
  • Cottura: 5'
  • Preparazione: 40'

Ingredienti:

  • * per 8 persone *
  • 400 g di farina
  • 100 g di zucchero
  • 80 g di burro
  • 2 uova
  • 1 bustina di lievito
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 bicchierino di liquore all'anice
  • 1 cucchiaio di vino bianco
  • 500 g di strutto per friggere
  • zucchero a velo per spolverizzare

Le castagnole sono dolci fritti tipici di Carnevale, realizzati con un impasto semplice arricchito dal liquore all’anice e da pochissimo vino bianco. A prima vista, le castagnole sembrano struffoli giganti e si chiamano così proprio per la loro grandezza che ricorda quella di una castagna. La quantità di vino bianco da aggiungere alle castagnole è sempre arbitraria perché dipende dalla consistenza dell’impasto e dalla capacità di assorbimento della farina. Se ne avete la possibilità, friggete le castagnole nello strutto invece che nell’olio di semi o di oliva, proprio come si faceva una volta per i dolci di Carnevale!

Procedimento

Disponete la farina a fontana e aggiungete al centro lo zucchero, le uova, il lievito e la vanillina. Unite il burro morbido a pezzetti e cominciate a impastare con le mani. Aggiungete il liquore all’anice.

Fig. 1

Mescolate il tutto e, se serve, aggiungete anche un cucchiaio di vino bianco per rendere l’impasto più morbido. Lavorate la pasta fino a ottenere un panetto liscio e omogeneo. Ricavate con il palmo della mano dei bastoncini del diametro di almeno 1 cm e mezzo e con una spatola ritagliate tanti pezzetti altrettanto lunghi.

Fig. 2

Lavorate leggermente ogni pezzetto come per dargli la forma di una polpettina e praticate un incisione su ognuno di essi. Sciogliete lo strutto in una casseruola dai bordi alti e, quando avrà raggiunto la temperatura. friggetevi le castagnole facendole dorare da entrambi i lati.

Fig. 3

Scolate la castagnole su carta assorbente e quando saranno ormai fredde cospargetele di zucchero a velo.

Di Eleonora Tiso aka Paciulina
Pubblicata il 03/02/2014

Commenti

Nessun commento

Invia il tuo commento

Per poter inserire un commento/articolo
o segnalare alla redazione un abuso
devi essere registrato

Esegui il LOGIN o, se non l'hai ancora fatto, REGISTRATI