by TGCOM24

Budino di semi di chia con latte di mandorla e vaniglia

Budino di semi di chia con latte di mandorla e vaniglia

    Ingredienti:

    • Latte di mandorla alla vaniglia bourbon:
    • 375 ml di acqua fresca filtrata
    • 140 gr di mandorle con buccia
    • 1 dattero medjoul senza nocciolo
    • 1 presa di sale
    • 1 presa di vaniglia bourbon
    • Budino di chia:
    • 375 ml di latte di mandorla alla vaniglia bourbon
    • 30 ml di agave chiaro
    • 50 gr di semi di chia

    Oggi vediamo come preparare con pochi  e semplici ingredienti un dessert inedito e goloso. 
    Per la preparazione utilizziamo i semi di chia, un piccolissimo seme dalle mille proprietà.

    Procedimento

    Prima di tutto, dovete realizzare il latte di mandorla. Per fare questo mettete l'acqua, le mandorle, il dattero, la vaniglia e il sale nel frullatore e mixate il tutto alla massima velocità per un minuto circa. A questo punto versate il liquido ottenuto nel sacchetto per la spremitura di latti vegetali e filtratelo completamente.

    Fig. 1.1Fig. 1.2Fig. 1.3

    Misurate il latte di mandorla e versatelo in una ciotola: dolcificatelo con l’agave e mescolate. A questo punto aggiungete i semi di chia che cominceranno ad addensare il latte di mandorla che, in pochi minuti, diventerà sempre piú denso: ecco perché è importante mescolare  energicamente con una frusta per evitare che i semi di chia si leghino fra di loro.

    Fig. 2.1Fig. 2.2Fig. 2.3

    A questo punto, coprite la ciotola con della pellicola: dopo circa tre ore il latte si sarà addensato completamente. In questo intervallo di tempo è opportuno mescolare un paio di volte ancora per distribuire i semi in tutto il latte di mandorla. Quando il composto ha raggiunto la giusta densità, potete versarlo in bicchierini e decorare con frutta e fiori.

    Fig. 3.1Fig. 3.2Fig. 3.3

    A cura di mantrarawvegan.com


    Pubblicata il 18/05/2016

    Commenti

    Nessun commento

    Invia il tuo commento

    Per poter inserire un commento/articolo
    o segnalare alla redazione un abuso
    devi essere registrato

    Esegui il LOGIN o, se non l'hai ancora fatto, REGISTRATI