by TGCOM24

Baccalà mantecato

Baccalà mantecato
  • Difficoltà: media
  • Cottura: 1h
  • Preparazione: 30'

Ingredienti:

  • * 4 persone *
  • 1 kg di filetto di baccalà già ammollato
  • 250 ml di olio di oliva
  • 250 ml di latte
  • un ciuffo di prezzemolo fresco
  • sale e pepe q.b.
  • uno spicchio di aglio
  • crostini di polenta q.b.

Il baccalà mantecato è un piatto tipico della tradizione gastronomica del Veneto realizzato con baccalà ammollato e cotto in acqua e latte, poi "montato" con l'olio di oliva fino a raggiungere una consistenza cremosa e delicata. Il baccalà mantecato si serve di solito sui crostini di polenta gialla e si aromatizza con prezzemolo fresco e aglio. Si tratta di un piatto elegante e facile da realizzare, perfetto per antipasti o buffet ma anche per secondi piatti!

Procedimento

Scolate il baccalà ammollato e mettetelo in una pentola con il latte e acqua leggermente salata quanto basta a ricoprirlo. Portate a ebollizione e cuocete per 20-30 minuti (dovrà essere tenero ma ancora compatto). Schiumate ogni tanto.

Fig. 1

Scolate bene, eliminate le lische e la pelle e spezzettate il baccalà. Pestatelo nel mortaio per sfibrarlo e renderlo più lavorabile. Quindi, nel mortaio o con un mestolo di legno, lavoratelo energicamente aggiungendo l'olio a filo (come fosse una maionese). Quando avrete ottenuto una consistenza spumosa e cremosa, regolate di sale e pepe, aggiungete il prezzemolo fresco tritato e mescolate ancora.

Fig. 2

Preparate la polenta, stendetela su un vassoio, fatela raffreddare e tagliatela in rettangoli o quadrati. Grigliateli su una piastra rovente e serviteli accompagnando con il baccalà mantecato.

Fig. 3
Di Eleonora Tiso
Pubblicata il 03/01/2015

TAG RICETTA:

Lo sapevate che...

Il baccalà mantecato può essere servito anche da solo, con le patate o i crostini di pane. Inoltre, potete aromatizzarlo con altre spezie o erbe a seconda dei vostri gusti.

Ricette correlate

Commenti

Nessun commento

Invia il tuo commento

Per poter inserire un commento/articolo
o segnalare alla redazione un abuso
devi essere registrato

Esegui il LOGIN o, se non l'hai ancora fatto, REGISTRATI