by TGCOM24

Come fare i liquori alla frutta

L'estate è la stagione della frutta, non c'è che dire! Limoni, fragole, frutti di bosco, melone, anguria, pesche e amarene possono essere il punto di partenza per realizzare dei golosi liquori fatti in casa. I liquori alla frutta sono sempre il risultato della corretta miscelazione di alcol alimentare ad altissima gradazione alcolica, zucchero e frutta fresca e di stagione, matura e non trattata.

Le fasi più delicate nella preparazione dei liquori alla frutta sono la filtrazione e la macerazione. Filtrandolo con un colino o una garza, il liquore resta limpido e privo di scorie o residui. Quando invece un liquore viene preparato tramite la macerazione della frutta, occorre munirsi di vasi di vetro molto capienti in cui versare l'alcol. Il contenitore deve essere riempito per 2/3 e scorze, bucce o frutta devono essere completamente immersi nell'alcol. I vasi che vanno conservati al sole devono essere in vetro trasparente, mentre quelli che vanno conservati all'ombra, in luogo fresco, devono essere in vetro scuro.

Tutti i liquori alla frutta, prima di essere consumati, devono riposare da una settimana a tre mesi, in un luogo fresco, buio e asciutto. Ricordate di identificarli sempre con un'etichetta sulla bottiglia con il nome del liquore e la data di produzione! In generale, i liquori fatti in casa si conservano per un massimo di tre anni.